Marc Benjamin si racconta su EDM Lab

Marc Benjamin

Questo mese EDM Lab fa due chiacchiere con Marc Benjamin. Veterano del settore EDM e grande produttore, Marc ci racconta alcuni aneddoti e ci rivela alcune preferenze.

Ciao Marc e grazie per essere qui con noi su EDM Lab, il blog italiano sulla musica elettronica focalizzato sulle nuove uscite.

 

  • La tua carriera come dj comincia all’età di 16 anni. Sappiamo che sei cresciuto in una famiglia di artisti musicali e che tua sorella è una dj. E’ stata lei a trasmetterti questa passione? Raccontaci qualche aneddoto.

Oltre ad essere una DJ professionista adesso, all’epoca, mia sorella iniziava ad essere una MC (Vocalist, ndr.) professionista di successo. Si esibiva in tutti i grandi eventi in Olanda. Come fratello piccolo, ero davvero orgoglioso di lei! Lei sapeva quanto amassi la musica e quante ore mi allenassi a casa per diventare un DJ. Subito dopo il mio tredicesimo compleanno, riuscì a farmi entrare di nascosto nei club e qualche volta lei diceva agli altri DJ e promoters che fossi anche io un DJ. I promoter restavano a bocca aperta quando scoprivano che un ragazzino della mia età fosse già un DJ. Fortunatamente per me, le attese dietro i DJ non erano così grandi come in questi giorni, quindi mi lasciavano passare alcuni pezzi. Quello che era iniziato come uno scherzo, si tradusse presto in DJ-set completi in bar e discoteche locali. Sebbene di giorno frequentassi ancora la scuola superiore, ad essere onesto, pensavo interamente alla mia DJ residency settimanale nel bar locale. Quando compii sedici anni, le cose divennero molto più semplici, e iniziai ad esibirmi professionalmente in tutta Olanda. Tanta gente e promoters iniziarono a chiedermi di suonare alle loro serate e all’epoca mi venne pure chiesto di diventare un resident DJ in serate che divennero poi tra gli eventi più grandi in Olanda, dove si esibirono nomi quali Afrojack, Hardwell, R3HAB, e Fedde Le Grand.

 

  • Recentemente hai proposto un remake di Blue degli Eiffel 65 in chiave moderna, dicci di più!

Si, è un tale onore aver potuto lavorare ad un classico come quello. Quella canzone andava fortissimo 20 anni fa e sono davvero felice di aver potuto contribuire con una mia edit. Ricordo quel pezzo da quando ero piccolo e ho pensato che potesse essere il momento migliore per rilasciarne una nuova versione.

 

  • Hai realizzato oltre 60 tra dischi, collaborazioni e remix per i dj e per le etichette più importanti al mondo nel panorama EDM. Chi/cosa ti ha lasciato i più bei ricordi? Vorresti condividere alcuni ricordi/aneddoti con noi? Con chi hai particolarmente amato collaborare? C’è “roba strana”, o semplicemente divertente, che vorresti condividere?

Dopo il 2011, ho preso una pausa per due anni prima di ricominciare a produrre e rilasciare pezzi su Dim Mak / Mixmash / Revealed. Era il 2013 circa, dopo che Tiësto usasse una delle mie canzoni nel suo radio show. All’epoca producevo pezzi principalmente progressive e ho raggiunto le classifiche di Beatport con la mia canzone “Riser” uscita su Wall Recording di Afroajck. Dopo, intorno al 2014/2015 feci due collaborazioni con Laidback Luke, Benny Benassi, e remixato alcuni brani per Zedd, prima di pubblicare la mia musica tramite “Size Records” di Steve Angello, Spinnin, Protocol, e finalmente il mio debutto sulla Heldeep con “Wild Bill”. Di certo, la mia ultima collaborazione con Fedde Le Grand. Mi è davvero piaciuto lavorare con lui dato che l’ho sempre usato come esempio, seguendolo sin dai primi giorni della mia carriera.

 

  • C’è qualche artista con cui vorresti collaborare adesso?

Si, sarebbe un sogno lavorare con qualcuno quale Axwell, Ingrosso, o Steve Angello. Li seguo da quando ero un bambino. Inoltre, una collaborazione con Zedd sarebbe un grande traguardo per la mia carriera.

 

  • Ascoltando alcune tue produzioni/remix più vecchie, abbiamo notato una tendenza verso il sound Trance e Progressive, sono questi i tuoi generi preferiti?

Si, come dico sempre, la melodia vincerà sempre! Non potrò mai dimenticare la Progressive e proverò sempre a rilasciare qualche pezzo in futuro (neanche troppo lontano). Ascoltate il mio prossimo singolo! Sarà molto simile al mio vecchio sound, ma con un feel 2020 😊

 

  • Sei ormai all’attivo con produzioni e remix da poco meno di 10 anni. Che direzione pensi stia prendendo l’EDM?

Nella mia esperienza decennale ho realizzato che in questo periodo la produzione è la chiave. Ci sono sempre hype o nuovi sound che vanno e vengono. Se riesci ad essere quell’artista che può creare un nuovo sound, le tue probabilità di diventare famoso nella scena ed avere successo sono davvero alte. Ho visto tanti artisti arrivare e andare. Il segreto è restare in auge e sopravvivere a tutti i nuovi generi. Quindi penso che ci saranno davvero tanti nuovi sound e stili musicali in futuro.

 

  • Noi di EDM lab ti seguiamo da molti anni, sin dalle tue prime releases con il supporto nel nostro radioshow “Best of Today #Release. Parlaci dei tuoi prossimi progetti musicali.

Attualmente sto sperimentando con questi nuovi suoni in “Horizons”, quindi aspettatevi nuove melodie con una piega progressive. Ho alcuni nuovi pezzi pronti per l’estate, molto simili in termini di sound, ma che spero la gente apprezzi.

Grazie per essere stato con noi!

 

Davide Ippolito – CEO EDM-Lab.com

Translater: Giacomo Di Mauro

 

Comments

Show More

Related Articles

Back to top button